Distruggere il muro del silenzio

Tutti siamo stati bambini, più o meno sereni, e da piccoli abbiamo avuto paura e ci siamo sentiti dubbiosi ed impotenti.

Facendo tesoro del passato, una volta divenuti adulti abbiamo l’obbligo, sociale ed etico, di provvedere nel miglior modo possibile ai bambini di cui possiamo prenderci cura: figli, allievi, nipoti, vicini di casa, pazienti, cittadini, …

Allontanando da essi i pericoli più devastanti, tutelandoli e rassicurandoli.

Vivere in una società impone ai suoi membri adulti il dovere di seguire, e di controllare che gli altri seguano, le regole di socializzazione scritte nel diritto naturale.

Quando un minore si trova in situazioni di allarme, diventa “fondamentale l’attuazione di un intervento che, se tempestivo, può limitare gli effetti devastanti del maltrattamento fisico e psicologico ed impedire il perpetuarsi del ciclo dell’abuso, evitando che il minore abusato possa diventare in futuro un adulto abusante. Di qui l’accorato appello dell’Autrice ad una maggiore disposizione all’ascolto, un ascolto che sia sensibile ed attento ai segnali di disagio provenienti dal corpo, dal comportamento ma anche dai disegni del bambino, perché, citando le parole di Claudio Foti, “l’abuso parla a chi ha orecchie e cuore per ascoltare”. In queste condizioni è possibile aiutare i bambini vittimizzati, dal momento che il disegno può fornire loro uno strumento di difesa, la possibilità di rivolgere all’esterno la propria richiesta di aiuto per liberarsi dalla trappola del silenzio e della sofferenza. Con il suo lavoro, che costituisce un’utile guida e strumento per la comprensione del fenomeno, la prof.ssa Lumachelli fornisce il suo interessante contributo, affinché il dolore delle piccole vittime trovi voce e non resti inascoltato” (dall’Introduzione).

Il testo riporta anche casi concreti e decine di saggi grafici, nel tentativo di diventare sia un manuale teorico che pratico.

Destinato a genitori, insegnanti, operatori sociali e medico-legali, formatori e grafologi, … agli adulti responsabili interessati ad una società più serena.

L’autrice

La prof.ssa Alessandra Lumachelli, formatrice, perito grafologico, consulente grafologica, esperta nelle tematiche di abuso e rieducatrice del gesto grafico, ha pubblicato un saggio socio- demografico sull’immigrazione, ed i testi di grafologia “La scrittura della personalità – L’aiuto della grafologia per raggiungere consapevolezza e benessere” e “Scrittura creatività ed arte-Viaggio grafofilopsicosocioantropologico dentro l’arte (La scrittura dell’artista Ingeborg Lüscher)”. Contribuisce a siti web e riviste. Aderisce al codice deontologico europeo per i grafologi. È socio dell’AGRAGI o Associazione Grafologi Giudiziari, del CeSAP o Centro Studi Abusi Psicologici, del CISMAI o Coordinamento Italiano dei Servizi contro il Maltrattamento e l’Abuso all’Infanzia, dell’APRESPA o Associazione Per Ricerche E Studi di Psicologia Applicata, di ETTA sos o Esperienza Trasparenza Tutela Aiuto.

Scheda tecnica

Autore:
Alessandra Lumachelli
ISBN:
978-1-4092-9944-8
Editore:
lulu.com
Copyright:
2009 Alessandra Lumachelli
Lingua:
Italiano
Data di pubblicazione:
2 settembre 2009
Pagine:
144 pagine
Formato:
Testo in quarti
Rilegatura:
Rilegatura termica
Colore interno:
Bianco e nero
Prezzo:
Euro 19,00

Dove ordinare il libro

Lascia un commento