LibroAID: il diritto di studiare per gli alunni dislessici

LibroAID: il diritto di studiare per gli alunni dislessici

La Biblioteca digitale per i dislessici “Libroaid” è un progetto dell’Associazione Italiana Dislessia, sostenuto dall’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia Romagna, e finanziato dalla Fondazione Telecom Italia. Fornisce, agli utenti che ne abbiano diritto, copia dei file digitali dei libri scolastici adottati nelle classi di ogni ordine e grado scolastico.

La dislessia è una difficoltà che riguarda le capacità di leggere, scrivere e far di conto in modo corretto e fluente. Leggere e scrivere sono atti così semplici e automatici che risulta difficile comprendere la fatica di un bambino dislessico, tuttavia sappiamo che è un problema che riguarda almeno 1.500.000 persone in Italia. Gran parte di loro ha avuto una carriera scolastica costellata di insuccessi. La dislessia (chiamata anche Disturbo Specifico di Apprendimento) non è causata da un deficit di intelligenza né da problemi ambientali, psicologici o da deficit sensoriali o neurologici.

La Biblioteca digitale dell’Associazione Italiana Dislessia è nata dalla necessità dei genitori, degli insegnanti e dei tecnici della riabilitazione di garantire anche a questi ragazzi il diritto allo studio.

BiblioAID nasce per fornire i libri di testo scolastici anche in formato digitale (.pdf) per utilizzarli con una sintesi vocale. Questo per permettere ai ragazzi di continuare a studiare, per scoprire con loro il piacere della lettura, per aiutare i figli, alunni, assistiti.

OMNIA OFFICE ha realizzato la nuova piattaforma per LibroAID, basata sul sistema opensource WordPress con personalizzazione del plug-in WP-Ecommerce e con la realizzazione di moduli (plug-in) specifici per la gestione operativa del personale della biblioteca, con catalogo di oltre 25 mila titoli e con oltre 4 mila utenti attivi.

 

Lascia un commento